DESIGNED BY MIXWEBTEMPLATES

 Bibbia

 Racconti

 Io con gli altri

  AT LEGGI FACILE                                                                                     ASCOLTA QUESTO BRANO 

 

 PENTECOSTE

 

Mentre stava finendo il giorno della Pentecoste, si trovavano tutti insieme nello stesso luogo. 

Venne all'improvviso dal cielo un fragore, quasi un vento che si abbatte impetuoso, e riempì tutta la casa dove stavano. 

Apparvero loro lingue come di fuoco, che si dividevano, e si posarono su ciascuno di loro,  e tutti furono colmati di Spirito Santo e cominciarono a parlare in altre lingue, nel modo in cui lo Spirito dava loro il potere di esprimersi.

Abitavano allora a Gerusalemme Giudei osservanti, di ogni nazione che è sotto il cielo.  A quel rumore, la folla si radunò e rimase turbata, perché ciascuno li udiva parlare nella propria lingua. 

Erano stupiti e, fuori di sé per la meraviglia, dicevano: “Tutti costoro che parlano non sono forse Galilei?  E come mai ciascuno di noi sente parlare nella propria lingua?”. 

Tutti erano stupefatti e perplessi, e si chiedevano l'un l'altro: “Che cosa significa questo?”.

Allora Pietro con gli Undici si alzò in piedi e a voce alta parlò a loro così: «Uomini di Giudea, e voi tutti abitanti di Gerusalemme, vi sia noto questo e fate attenzione alle mie parole.

Uomini d'Israele, ascoltate queste parole: Gesù di Nàzaret - uomo accreditato da Dio presso di voi per mezzo di miracoli, prodigi e segni, che Dio stesso fece tra voi per opera sua, come voi sapete bene -, consegnato a voi secondo il prestabilito disegno e la prescienza di Dio, voi, per mano di pagani, l'avete crocifisso e l'avete ucciso.

Ora Dio lo ha risuscitato, liberandolo dai dolori della morte, perché non era possibile che questa lo tenesse in suo potere.

Sappia dunque con certezza tutta la casa d'Israele che Dio ha costituito Signore e Cristo quel Gesù che voi avete crocifisso".

All'udire queste cose si sentirono trafiggere il cuore e dissero a Pietro e agli altri apostoli: "Che cosa dobbiamo fare, fratelli?".

E Pietro disse loro: "Convertitevi e ciascuno di voi si faccia battezzare nel nome di Gesù Cristo, per il perdono dei vostri peccati, e riceverete il dono dello Spirito Santo. Per voi infatti è la promessa e per i vostri figli e per tutti quelli che sono lontani, quanti ne chiamerà il Signore Dio nostro". 

Con molte altre parole rendeva testimonianza e li esortava: «Salvatevi da questa generazione perversa!».

Allora coloro che accolsero la sua parola furono battezzati. Erano circa tremila persone.

 

 

 

         

Vocabolario:

Gli Apostoli stavano celebrando la festa della Pentecoste ebraica.  La  Pentecoste ebraica  è una delle tre festività, dette Shalosh regalim con un pellegrinaggio a Gerusalemme.  L'origine della festa  si riferisce allo Shavuot (letteralmente: settimane), celebrato sette settimane dopo La Pasqua ebraica. Si festeggia la rivelazione di Dio sul Monte Sinai, quando il Signore  ha donato al popolo ebraico la Torah. La festa era legata alla mietitura e alla primizia del raccolto.

Per i Cristiani la Pentecoste ha perso questo significato e ricorda la discesa dello Spirito Santo sugli Apostoli cinquanta giorni dopo la Pasqua.

 

 

 

 

 

 

 

 

TOP