DESIGNED BY MIXWEBTEMPLATES

 Bibbia

 Racconti

 Io con gli altri

                                                                                   ASCOLTA QUESTO BRANO

        

 LA NASCITA DI MOSE'

 

 

GIUSEPPE POI MORÌ E COSÌ TUTTI I SUOI FRATELLI E TUTTA QUELLA GENERAZIONE. I FIGLI D'ISRAELE PROLIFICARONO E CREBBERO, DIVENNERO NUMEROSI E MOLTO POTENTI E IL PAESE NE FU RIPIENO.

ALLORA SORSE SULL'EGITTO UN NUOVO RE, CHE NON AVEVA CONOSCIUTO GIUSEPPE.  E DISSE AL SUO POPOLO: “ECCO CHE IL POPOLO DEI FIGLI D'ISRAELE È PIÙ NUMEROSO E PIÙ FORTE DI NOI. PRENDIAMO PROVVEDIMENTI NEI SUOI RIGUARDI PER IMPEDIRE CHE AUMENTI, ALTRIMENTI, IN CASO DI GUERRA, SI UNIRÀ AI NOSTRI AVVERSARI, COMBATTERÀ CONTRO DI NOI E POI PARTIRÀ DAL PAESE”.

ALLORA VENNERO IMPOSTI LORO DEI SOVRINTENDENTI AI LAVORI FORZATI PER OPPRIMERLI CON I LORO GRAVAMI, E COSÌ COSTRUIRONO PER IL FARAONE LE CITTÀ-DEPOSITO, CIOÈ PITOM E RAMSES.  MA QUANTO PIÙ OPPRIMEVANO IL POPOLO, TANTO PIÙ SI MOLTIPLICAVA E CRESCEVA OLTRE MISURA; SI COMINCIÒ A SENTIRE COME UN INCUBO LA PRESENZA DEI FIGLI D'ISRAELE.  PER QUESTO GLI EGIZIANI FECERO LAVORARE I FIGLI D'ISRAELE TRATTANDOLI DURAMENTE. 

RESERO LORO AMARA LA VITA COSTRINGENDOLI A FABBRICARE MATTONI DI ARGILLA E CON OGNI SORTA DI LAVORO NEI CAMPI: E A TUTTI QUESTI LAVORI LI OBBLIGARONO CON DUREZZA.

IL FARAONE POI  DIEDE QUEST'ORDINE A TUTTO IL SUO POPOLO: “OGNI FIGLIO MASCHIO CHE NASCERÀ AGLI EBREI, LO GETTERETE NEL NILO, MA LASCERETE VIVERE OGNI FIGLIA”.

UN UOMO DELLA FAMIGLIA DI LEVI SPOSÒ UNA DONNA DELLA SUA TRIBÙ. LA DONNA CONCEPÌ E PARTORÌ UN FIGLIO; VIDE CHE ERA BELLO E LO TENNE NASCOSTO PER TRE MESI. 

MA NON POTENDO TENERLO NASCOSTO PIÙ OLTRE, PRESE UN CESTELLO DI PAPIRO, LO SPALMÒ DI BITUME E DI PECE, VI MISE DENTRO IL BAMBINO E LO DEPOSE FRA I GIUNCHI SULLA RIVA DEL NILO.  LA SORELLA DEL BAMBINO SI POSE AD OSSERVARE DA LONTANO CHE COSA GLI SAREBBE ACCADUTO.

 ORA LA FIGLIA DEL FARAONE SCESE AL NILO PER FARE IL BAGNO, MENTRE LE SUE ANCELLE PASSEGGIAVANO LUNGO LA SPONDA DEL NILO. ESSA VIDE IL CESTELLO FRA I GIUNCHI E MANDÒ LA SUA SCHIAVA A PRENDERLO.  L'APRÌ E VIDE IL BAMBINO CHE PIANGEVA. NE EBBE COMPASSIONE E DISSE: “E' UN BAMBINO DEGLI EBREI”. 

LA SORELLA DEL BAMBINO DISSE ALLORA ALLA FIGLIA DEL FARAONE: “DEVO ANDARTI A CHIAMARE UNA NUTRICE TRA LE DONNE EBREE, PERCHÉ ALLATTI PER TE IL BAMBINO?”.  VÀ”, LE DISSE LA FIGLIA DEL FARAONE. LA FANCIULLA ANDÒ A CHIAMARE LA MADRE DEL BAMBINO.  LA FIGLIA DEL FARAONE LE DISSE: “PORTA CON TE QUESTO BAMBINO E ALLATTALO PER ME; IO TI DARÒ UN SALARIO”. LA DONNA PRESE IL BAMBINO E LO ALLATTÒ. 

QUANDO IL BAMBINO FU CRESCIUTO, LO CONDUSSE ALLA FIGLIA DEL FARAONE. EGLI DIVENNE UN FIGLIO PER LEI ED ELLA LO CHIAMÒ MOSÈ, DICENDO: “IO L'HO SALVATO DALLE ACQUE!”. 

 

 

MOSÈ CREBBE ALLA CORTE DEL FARAONE E FU ALLEVATO COME UN PRINCIPE.

GLI EBREI CONTINUAVANO AD ESSERE SCHIAVI E A LOTTARE DURAMENTE PER SOPRAVVIVERE.

 

 

 

TOP